Archivi categoria: Annunci

#NOBLASFEMIA – Castel S. Angelo, 7 Febbraio

Per informazioni inviare e mail: noblasfemia@gmail.com

#NOBLASFEMIA

RIPARIAMO ALLE OFFESE
A GESU’ E MARIA

Venerdì 7 febbraio 2020 – Castel Sant’Angelo

Alle ore 16.30 Santo Rosario

in riparazione degli oltraggi ai sacri cuori di Gesù e di Maria Ci rivolgiamo a tutti i cattolici indignati dalle numerose offese – in molti casi vere e proprie bestemmie – arrecate di recente alle Santissime figure di Gesù e di Maria. Il Santo Natale appena trascorso è stato caratterizzato da un attacco senza precedenti ai dogmi della nostra fede cattolica che non ci può lasciare insensibili. L’atteggiamento di ostilità nei confronti dei simboli cristiani è andato dispiegandosi in varie forme

• l’identificazione della persona di Gesù Cristo, per finalità politiche e ideologiche, con i gay, i pedofili, le “sardine”, gli immigrati…;

• la riproposizione di sofisticate (e già condannate come eretiche) interpretazioni dei testi scritturistici volte a mettere in discussione la natura divina di Gesù;

• il rifiuto del dogma della verginità perpetua di Maria Santissima attraverso una rappresentazione, blasfema, oscena e falsa della natività di nostro Signore Gesù Cristo;

• la negazione del ruolo della Madonna come Corredentrice e il tentativo di ridurne la figura a donna comune;

• la demonizzazione dei presepi e il tentativo di estrometterli dai luoghi pubblici in nome di un laicismo distruttivo e corrosivo delle nostre tradizioni;

• la profanazione dei luoghi di culto, sia attraverso atti vandalici (decapitazione di statue di Gesù e della Madonna…) sia attraverso cerimonie blasfeme (banchetti e concerti in chiesa…). Di fronte a questo crescendo di azioni blasfeme e ingiuriose, nel silenzio complice dei media e di coloro che sono preposti a difendere la fede cattolica rivolgiamo un Appello… APPELLO a tutti gli uomini e le donne che come noi si sentono offesi da quanto accaduto a partecipare con noi il 7 febbraio 2020 a un pomeriggio di preghiera che si terrà nei pressi del Vaticano per testimoniare:

• la divinità di Nostro Signore Gesù Cristo. Unico Dio insieme al Padre e allo Spirito Santo;

• la presenza reale del corpo e del sangue di Gesù Cristo nel Santo sacrificio della Messa;

• l’inviolabilità della Parola trasmessa dagli Apostoli;

• la maternità divina di Maria sempre Vergine;

• l’Immacolata Concezione della Madre di Dio;

• l’intercessione della Madre di Dio quale Mediatrice, Avvocata, Corredentrice e Aiuto dei cristiani;

• l’origine divina della Chiesa cattolica, apostolica e romana. L’appuntamento è per le ore 16.30 davanti a Castel Sant’Angelo da dove partiremo alla volta di San Pietro recitando il Rosario e portando in processione la statua di Maria Santissima.

PROGRAMMA 16,30 –Raduno dei fedeli davanti Castel Sant’Angelo 16,45 –Preghiera a San Michele Arcangelo 17,00 –Partenza per via della Conciliazione – Recita del santo Rosario 18,00 –Sosta in Piazza Papa Pio XII Consacrazione ai Sacri Cuori di Gesù e Maria CHE NESSUNO OSI PIU’ OFFENDERE GESU’ E MARIA!

___________

La  Redazione di ChiesaRomana.info ha segnalato questo evento per il bene della Chiesa Romana. L’evento non è gestito ne associato in qualsia modo con ChiesaRomana.info

Se avete un evento di interesse per i Cattolici di Roma, lascia un messaggio al ChiesaRomana.info su qualsiasi articolo per informare la Redazione e per sollecitare la nostra attenzione.

La Lega di preghiera per Papa Benedetto XVI

Ci sono molte iniziative di preghiera in giro, che sono di origine puramente umana. Ma quando preghiamo, dovremmo farlo per motivi soprannaturali e soprattutto quando richiesto dal Cielo.

Una delle più importanti iniziative di preghiera nella storia cattolica è la Richiesta di pregare molto per il Santo Padre. Questa richiesta viene da niente meno che dai Santi ragazzi di Fatima, che ci hanno esortato non solo a pregare molto per i peccatori, ma anche a pregare molto per il Santo Padre.

Questa richiesta di preghiera per il Santo Padre viene da Suor Lucia e da Giacinta, che, mostrando le gravi difficoltà della Chiesa, ha parlato della necessità di pregare per il Santo Padre per due motivi:  Perché possa compiere la Consacrazione in Russia richiesta da Nostro Signore; e perché sopporti la persecuzione che un giorno subirà da coloro che lo circondano.

Per quanto riguarda la prima ragione, Lucia fa questa dichiarazione nelle sue Memorie, p. 414, in riguardo alla richiesta della Madonna al Papa per consacrare la Russia al Suo Cuore Immacolato:

“Il Santo Padre! Pregate molto per il Santo Padre! Lo farà, ma sarà tardi. Tuttavia, il Cuore Immacolato di Maria salverà la Russia, che gli è stata affidata””.

Il Monastero vaticano, Mater Ecclesiae, residenza di Papa Benedetto XVI

Le due visioni di Giacinta

Per quanto riguarda la seconda ragione, Giacinta invita a pregare per il Santo Padre, dopo aver visto DUE gli eventi che si stanno svolgendo nella Chiesa (Fonte), che parla di quello che Suor Lucia ha scritto nella sua terza Memoria:

Inoltre, nella sua terza memoria, ci racconta di due episodi in cui Giacinta ha visto visioni di un futuro Papa, e anche questi riguardano il segreto.

Un giorno, mentre erano vicino al pozzo a casa di Lucia, Giacinta le chiese se aveva visto il Santo Padre. Quando Lucia rispose: “No”, disse Giacinta: “Non so com’era, ma ho visto il Santo Padre in una casa molto grande, inginocchiato da un tavolo, con la testa sepolta nelle mani, e stava piangendo. Fuori dalla casa, c’erano molte persone. Alcune di loro lanciavano pietre; altre lo maledicevano e lo maledicevano con un cattivo linguaggio. Povero Santo Padre, dobbiamo pregare molto per lui”.

Suor Lucia ce lo dice allora: “Un’altra volta, andammo alla grotta chiamata Lapa do Cabeço. Appena arrivati, ci siamo prostrati a terra, dicendo le preghiere che l’Angelo ci aveva insegnato. Dopo qualche tempo, Giacinta si alzò e mi chiamò: “Non vedi tutte quelle strade, strade e campi pieni di gente che piange di fame e non ha niente da mangiare? E il Santo Padre in una chiesa che prega davanti al Cuore Immacolato di Maria? E così tante persone che pregano con lui? Qualche giorno dopo, mi ha chiesto: “Posso dire che ho visto il Santo Padre e tutte quelle persone? No, non vedi che questo fa parte del segreto? Se lo fai, lo scopriranno subito”. ”

Lasciaci Rispondere!

Molti autori ritengono che questa PRIMA visione di Giacinta sia una rivelazione profetica di ciò che Papa Benedetto XVI sta soffrendo dal febbraio 2013, perché in nessun momento della storia del Papato moderno il Papa ha un Papa che risiedeva in una piccola casa, ed è stato quasi universalmente deriso da quelli della Chiesa. L’immagine di una casa rivestita di pietre da coloro che la circondano, sembra anche implicare che i peggiori nemici del Santo Padre sono quelli del Vaticano che lo circonda dove attualmente vive: nel Monastero di Nostra Signora Madre della Chiesa, nel cuore dei Giardini Vaticani.

E senza dubbio, nella visione seconda, quel numero grandissimo di persone senza da mangiare sono i Cattolici di oggi che sono deprivati di pastori fedeli e soffrano sotto pastori che non tramandano la dottrina retta o la moralità retta.

Ma, la seconda visione di Giacinta sembra essere l’indicazione del Cielo su come rispondere alla Prima visione: cioè unendoci al Cuore Immacolato di Maria in preghiera con il Santo PADRE!

Facciamo questo invito di Giacinta il nostro motivo principale per la preghiera, essendo che la Chiesa Cattolica ha grandissimo bisogno che Papa Benedetto ritorna al suo Ministero petrino!

Cerchiamo di essere “così tante persone” che pregano con il Santo Padre “davanti al Cuore Immacolato di Maria”!

Scegliete il tipo di preghiera che volete, ma PREGA, PREGA, PREGA!

QUESTA INIZIATIVA E’ LA LEGA DI PREGHIERA per il Santo Padre. Spargi la parola e recluta altri per offrire:

    1. Preghiere quotidiane.
    2. Comuni e confessioni degne.
    3. Atti di penitenza e sacrifici.
    4. Il digiuno e l’astinenza.
    5. Elemosina per i poveri.
    6. La Recita del Rosario della Beata Vergine Maria.
    7. Atti di Consacrazione al Cuore Immacolato di Nostra Signora,  personale o in gruppo, parrocchie, diocesi, ecc.

Ora tutta la Chiesa Romana sa che Benedetto è il papa

di Frà Alexis Bugnolo

A mezzogiorno di oggi, 15 novembre 2019, la Chiesa di Roma è stata informata che Papa Benedetto XVI è ancora il Romano Pontefice, il Successore di San Pietro in ragione di non fare la sua rinuncia alla norma del Canone 332 §2.

Lo posso testimoniare personalmente, in tribunale, perché ho condiviso personalmente con quasi tutto il clero romano, in inglese o in italiano, la mia Quaestio scolastica dimostrando definitivamente, con 39 argomenti, che papa Benedetto non ha mai rinunciato al munus petrinum, come richiesto dal diritto canonico, dal diritto naturale, dal diritto morale, dal diritto evangelico e dal diritto divino. L’ho fatto in versione cartacea e/o via e-mail dal mio account personale.

Ho condiviso personalmente le informazioni con Sua Santità per la prima volta nel febbraio di quest’anno, nella versione inglese, e di nuovo in aprile. Poi, nel mese di ottobre, l’ho condiviso con lui di nuovo nella versione italiana. L’ho condiviso con tutti i Cardinali di Santa Romana Chiesa, che Egli ha elevato a tale dignità e che risiedono a Roma. L’ho condiviso con tutti gli uomini che sono cardinali o si pensano essere tali, che dirigono le Congregazioni della Curia romana. L’ho condiviso con il Cardinale Governatore e con il Capo della Guardia Svizzera, con i Cardinali Mueller, Brandmueller, Sarah e Burke.

L’ho condiviso con quasi tutto il clero della Chiesa romana: con il Cardinale Vicario nominato da Sua Santità e con l’uomo che esercita quel ministero su richiesta di Bergoglio. L’ho condiviso con tutti i Vescovi ausiliari di Roma, avendo personalmente consegnato a mano una copia stampata per ciascuno al Vicariato. L’ho condivisa con tutto il clero della Città, sacerdoti o monsignori, che hanno un indirizzo di posta elettronica pubblicata sul DiocesidiRoma.it (più di 650 sacerdoti in toto).

Lo condividerei con tutti i sacerdoti e diaconi che non hanno un indirizzo e-mail (che costerebbero circa 1000 euro per le spese di spedizione e stampa) ma non ho i soldi.

CHIEDO ORA L’INTERA CHIESA DI PREGARE LO SPIRITO SANTO affinché il clero della Chiesa di Roma riconosca il loro Dovere di aderire al vero Vicario di Cristo e insista affinché i CANONI DELLA CHIESA siano sostenuti e quindi depongano l’usurpatore che ogni giorno stupra la SANTA MADRE CHIESA con eresie e apostasie e scisma!

CREDITS: L’immagine in evidenza è di Frà Alexis Bugnolo che la rilascia al dominio pubblico per l’uso dei blogger. In essa si vede la Cattedrale di Roma, l’Arcibasilica del Santissimo Salvatore, la Chiesa di San Giovanni in Laterno, con il Vicariato, la Cura della Diocesi di Roma, al fianco. Foto fatto 06.12.2019.

08.12.19: Rosario di Riparazione per l’idolatria in Vaticano

Domenica 8 Dicembre, festa dell’Immacolata Concezione, alle ore 18.00 abbiamo indetto una preghiera comunitaria in riparazione dell’idolatria in Vaticano e sempre più ramificata in tutto il mondo. Si reciterà il Santo Rosario contemplando i misteri Gloriosi (chi se la sente reciti il rosario completo).

Si pregherà nelle proprie case, nelle chiese, ovunque si voglia; l’importante è l’unione spirituale e l’intenzione. Molti sacerdoti e laici stanno aderendo alla nostra iniziativa. Aderisci anche tu per scongiurare i castighi derivati dall’idolatria, il peccato più grave contro Dio Padre.

Gesù gli rispose: «Sta scritto: Solo al Signore Dio tuo ti prostrerai, lui solo adorerai» [Luca 4,8]

Abbiamo bisogno del tuo aiuto, coinvolgi più persone possibili!

Io credo in Dio, Padre onnipotente,
Creatore del cielo e della terra.
E in Gesù Cristo,
Suo unico Figlio, nostro Signore,
il quale fu concepito di Spirito Santo
nacque da Maria Vergine,
patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso,
mori e fu sepolto; discese agli inferi;
il terzo giorno risuscitò da morte;
salì al cielo, siede alla destra
di Dio Padre onnipotente:
di là verrà a giudicare i vivi e i morti.
Credo nello Spirito Santo,
la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi,
la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne,
la vita eterna.
Amen.

Dio ci benedica.

CREDITS: Testo di Gloria.TV, ripubblicato con massima condivisione. Video di Youtube.com. L’immagine in evidenza da https://www.amicidilazzaro.it/index.php/la-vera-devozione-a-maria-benedetto-xvi/ senza informazione per diritto intellettuale. Tutti usati secondo il fair use.